Hai cercato: '''' | 6 Risultati trovati.

Nota a Cass. Civ., Sez. III, 23 giugno 2021, n. 17951. di Donato Giovenzana   La correntista ebbe a convenire in giudizio la Banca per sentir accertare la responsabilità della stessa per violazione dell’ordinaria diligenza richiesta nell’esercizio dell’attività bancaria ex art. 1176 c.c.; l’attrice dedusse che la convenuta aveva pagato assegni apparentemente tratti dalla cliente […]

Leggi tutto

Nota a ABF, Collegio di Napoli, 29 aprile 2021, n. 11090. di Donato Giovenzana   Come risultante dalla narrativa del ricorso, la ricorrente il 9/9/2019 emetteva un assegno per € 5.312,86, che recava quale data di emissione il 31/12/2019. Tale assegno, emesso per il pagamento di una fattura rilasciata da un fornitore della ricorrente, veniva […]

Leggi tutto

Nota a ABF, Collegio di Napoli, 16 dicembre 2020, n. 22891. di Antonio Zurlo          Con la recentissima decisione, l’Arbitro Bancario Finanziario (d’ora innanzi, ABF) riafferma alcuni principi relativi alla valutazione dei profili di responsabilità dell’intermediario, per il pagamento di due assegni oggetto di clonazione. Secondo il costante orientamento della giurisprudenza di […]

Leggi tutto

Nota a ABF, Collegio di Bari, 4 maggio 2020, n. 8107. di Donato Giovenzana   La questione sottoposta al Collegio pugliese attiene all’accertamento di eventuali profili di responsabilità della banca negoziatrice in relazione ad un assegno postale vidimato, rivelatosi falso.   Nel merito del ricorso, il Collegio osserva che il procedimento arbitrale verte sull’accertamento della […]

Leggi tutto

Nota a ABF, Collegio di Bari, 17 ottobre 2019, n. 23395. di Donato Giovenzana.   La controversia in esame concerne l’accertamento di eventuali profili di responsabilità dell’intermediario A (banca trattaria) e dell’intermediario B (banca negoziatrice) per il pagamento di due assegni contraffatti, mediante l’addebito sul conto corrente del ricorrente, presso l’intermediario A. Al riguardo, l’Abf […]

Leggi tutto

Tribunale Roma, Sent. n. 4358 del 28.02.2018 di Michael Lecci   La Banca, nell’accertare i segni di una (eventuale) contraffazione dell’assegno, deve attenersi al “criterio della diligenza “dell’esperto banchiere” che, secondo il consolidato orientamento della giurisprudenza, deve essere usata dalla banca nell’esecuzione del rapporto intrattenuto con il correntista al fine di adempiere correttamente al mandato […]

Leggi tutto



Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo