Nullità per mancanza di forma scritta del contratto di affidamento.



1 min read

Nota a Trib. Milano, Sez. VI, 14 maggio 2021.

Redazione

 

Con la recente sentenza in oggetto, il Tribunale di Milano, nell’ambito di un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, rileva, con riferimento all’eccezione di prescrizione sollevata dalla Banca convenuta, come la parte che avrebbe potuto e dovuto predisporre per iscritto i contratti di affidamento debba essere l’Istituto bancario convenuto e, in quanto tale, quest’ultima non possa giovarsi (sempre per gli effetti della prescrizione), della nullità per mancanza di forma scritta dei contratti de quibus, ex art. 117, terzo comma, TUB. Dagli estratti conto, peraltro, risultava che il conto corrente attenzionato fosse affidato per importo superiore allo sconfinamento realizzato dal correntista, nel corso del rapporto. Ciò rilevato, tutte le rimesse effettuate sono da ritenersi di natura ripristinatoria della provvista, con conseguente rigetto dell’eccezione di prescrizione formulata dalla convenuta.

 

 

Qui la sentenza.

Iscriviti al nostro canale Telegram 👇

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap