La nullità parziale delle fideiussioni omnibus eccepita dal socio accomandatario.



2 min read

Nota a Trib. Napoli, Sez. II, 5 maggio 2021, n. 4231.

di Antonio Zurlo

 

Con uno dei motivi di opposizione a decreto ingiuntivo, si deduceva che il fideiussore non fosse più obbligato nei confronti della società creditrice, ai sensi dell’art. 1957 c.c., non avendo la Banca proposto le proprie istanze nei confronti della debitrice principale, entro il termine di sei mesi dalla scadenza dell’obbligazione di quest’ultima. Del pari, si eccepiva la nullità della fideiussione omnibus prestata, perché conforme al modello ABI censurato con il noto provvedimento n. 55/2005 di Banca d’Italia.

Sebbene la previsione dell’art. 1957 c.c. sia certamente derogabile[1], è del pari incontroverso che le fideiussioni contenenti disposizioni identiche a quelle degli artt. 2, 6 e 8 dello schema contrattuale predisposto dall’ABI, per la fideiussione a garanzia delle operazioni bancarie, siano affette da nullità, poiché violative dell’art. 2.2, lett. a), della legge antitrust. Essendo nulla l’intesa “a monte” sono consequenzialmente nulli i singoli contratti “a valle”, attuativi del modello. La nullità è, pur tuttavia, parziale, dovendosi limitarsi alle sole clausole coincidenti con quelle attenzionate nel provvedimento di Banca d’Italia[2].

La nullità antitrust, peraltro, non deve essere intesa come riservata ai soli soggetti qualificabili come consumatori (nella specie, l’opponente era socio accomandatario di una s.a.s. e aveva contratto la fideiussione per uno scopo non estraneo alla propria attività professionale): la legge n. 287/1990 non riserva, difatti, ai consumatori l’accertamento delle nullità derivanti dalla violazione di norme in essa contenute.

In conclusione, la clausola di deroga dell’art. 1957 c.c. deve ritenersi nulla e non avendo la Banca proposto le proprie istanze nel termine dei sei mesi dalla scadenza dell’obbligazione, la correntista non è più obbligata nei confronti dell’opposta.

 

 

Qui la sentenza.


[1] Cfr. Cass. n. 31569/2019.

[2] Cfr. Cass. Civ., Sez. I, 26 settembre 2019, n. 24044, già annotata in questa Rivista, con commento di A. Zurlo, Le fideiussioni “a valle” e le intese anticoncorrenziali “a monte”: le prime “immunizzate” dalla nullità delle seconde, 2 ottobre 2019, Le fideiussioni “a valle” e le intese anticoncorrenziali “a monte”: le prime “immunizzate” dalla nullità delle seconde. | Diritto del risparmio. V. anche Cass. Civ., Sez. I, 22 maggio 2019, n. 13846, già annotata in questa Rivista, con commento di A. Zurlo, Fideiussione omnibus e disciplina anticoncorrenziale, 8 agosto 2019, Fideiussione omnibus e disciplina anticoncorrenziale. | Diritto del risparmio.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap