Piano di ammortamento e capitalizzazione composta.



1 min read

Nota a Trib. Lecce, 15 novembre 2021.

Redazione

 

Con la recentissima ordinanza in oggetto, il giudice leccese, ritenendo necessario, ai fini della decisione, integrare la CTU, al fine di accertare l’esatto rapporto tra dare avere tra le parti, relativamente ai contratti di mutuo, con il seguente accertamento:

  • «Verificare se il piano di ammortamento allegato al contratto di mutuo per cui è causa è stato realizzato applicando la capitalizzazione semplice degli interessi corrispettivi convenzionali, oppure la capitalizzazione composta degli stessi interessi e se in questo secondo caso sia stato superato il tasso soglia usura vigente all’epoca della sottoscrizione del contratto, il tutto tenendo conto delle formule finanziarie applicabili secondo la Banca d’Italia e della delibera CICR del 9 febbraio 2000. In caso di rilevato superamento del tasso soglia da parte degli interessi corrispettivi capitalizzati in maniera composta, riporti il finanziamento alla gratuità eliminando completamente gli interessi e in relazione al solo capitale quantifichi l’eventuale dare ed avere tra le parti; nel caso in cui non si verifichi l’ipotesi di cui al punto precedente, calcoli il rapporto dare avere in base al piano di ammortamento in capitalizzazione semplice; verifichi la corretta indicazione del TAEG e nel caso in cui riscontri la nullità della clausola ai sensi dell’articolo 125 bis comma sei TUB quantifichi il rapporto di dare avere nei limiti di quanto previsto dal comma sette dello stesso articolo.».

 

Qui l’ordinanza.

 

Iscriviti al nostro canale Telegram 👇

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap