Utilizzo fraudolento della carta di credito.



2 min read

Nota a ABF, Collegio di Milano, 3 settembre 2019, n. 20488.

di Antonio Zurlo

 

 

 

 

Con la decisione in oggetto, l’Arbitro Bancario Finanziario ribadisce come, una volta che il sistema OTP sia stato chiaramente offerto al cliente e questi se ne sia avvalso, l’eventuale intrusione fraudolenta di un terzo soggetto debba ricadere nella pur ristretta area di rischio, posta dalla legge a carico dell’utente.

Secondo il Collegio, la pressoché totale invulnerabilità del sistema a “due fattori”, garantita dai sistemi OTP, appare tale da fondare la presunzione di una colpa grave in capo al cliente, segnatamente consistente nel non aver custodito con la dovuta diligenza il dispositivo in questione.

Nel caso di specie, per giunta, per stessa ammissione e descrizione di parte ricorrente, il pagamento pare essere conseguenza di phishing; sarebbe, difatti, successivo alla ricezione di una telefonata e di vari sms civetta, finalizzati a rubare la password OTP: fenomeno noto ormai da diversi anni e che, nondimeno, l’ordinaria diligenza avrebbe consentito agevolmente di schivare. È questa la forma di phishing che viene ritenuta la meno insidiosa e, quindi, la più agevole da contrastare, dispiegando un minimo di diligenza, anche e soprattutto tenendo in debita considerazione l’accresciuta campagna di informazione che i media e gli stessi intermediari hanno da tempo ormai attuato.

L’ormai consolidata giurisprudenza arbitrale, difatti, ha separato le modalità fraudolente in due categorie, in base alla complessità dell’artifizio: da una parte, l’invio di un semplice messaggio telefonico o email, con il quale si invita il cliente a digitare le proprie credenziali di accesso al conto; d’altra parte, la forma più insidiosa, consistente in un subdolo meccanismo di aggressione che ha luogo mediante un sofisticato metodo di intrusione, caratterizzato da un effetto sorpresa capace di spiazzare l’utilizzatore, grazie alla perfetta inserzione, nell’ambiente informatico originale e nella correlata simulazione, di un messaggio percepibile da chiunque come genuino.

 

 

Qui il testo integrale della decisione.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap