Sull’estensione dell’indagine sull’usurarietà delle condizioni pattuite.



1 min read

Nota a Trib. Bari, Sez. GIP/GUP, 7 aprile 2022.

A cura dell’Avv. Dario Nardone.

 

Va indicato al PM lo svolgimento di ulteriori indagini laddove il perito da egli nominato abbia limitato l’indagine di usurarietà al solo TEG in sé [ovvero all’esame del solo programma negoziale e fisiologico del mutuo come da piano di ammortamento, ndr], laddove, diversamente, l’ipotesi prospettata dal querelante è che il carattere usurario delle pattuizioni sia legato allo svilupparsi del rapporto nelle specifiche ipotesi di estinzione anticipata e risoluzione per inadempimento.

La rilevanza del denunziato TEG usurario in tali diverse ipotesi previamente estintive rispetto al programma negoziale, nasce dal fatto che, pur non essendo stata pattuita alcuna commissione per l’estinzione anticipata o alcuna penale per la risoluzione da inadempimento, l’effetto delle spese iniziali si ripercuote inevitabilmente sul piano di rimborso nell’ipotesi in cui la parte mutuataria decida di estinguere il mutuo o la banca decida di risolverlo entro un determinato termine.

 

Qui il provvedimento.

Seguici sui social:

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori

  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap