Sul diritto del cliente alla consegna della documentazione contrattuale (alla sottoscrizione e durante tutto il rapporto).



1 min read

Nota a ABF, Collegio di Roma, 20 ottobre 2021, n. 21872.

Massima redazionale

 

Nella specie, il Collegio romano osserva che, secondo l’orientamento della Corte di Cassazione[1], il diritto del cliente alla consegna della documentazione contrattuale trova il proprio fondamento nel principio generale di buona fede nell’esecuzione del contratto. La giurisprudenza arbitrale ha, invero, già considerato tale previsione espressiva di un generale diritto del cliente a ottenere copia del contratto stipulato con la Banca non solo al momento della sottoscrizione, ma in ogni momento dello svolgimento del rapporto contrattuale. Precisamente, il diritto a ottenere la documentazione contrattuale trova fondamento nell’art. 117, comma 1, TUB, per cui «i contratti sono redatti per iscritto e un esemplare è consegnato ai clienti», e che tale previsione sia espressiva di un generale diritto del cliente a ottenere copia del contratto stipulato con la Banca non solo al momento della sottoscrizione, ma in ogni momento dello svolgimento del rapporto contrattuale, ex art. 119 TUB.

Ne discende che, in caso di cessazione del rapporto, la possibilità di esercitare i diritti che ne derivano – compreso quello alla consegna della documentazione contrattuale – andrà incontro all’ordinario termine di prescrizione, di cui all’art. 2.946 c.c., «… non potendosi ammettere che esso si protragga in perpetuo, vincolando l’intermediario ad una conservazione, altrettanto perpetua, della documentazione»[2].

 

Qui la decisione.


[1] Cfr. Cass. Civ., Sez. I, 12.05.2006, n. 11004.

[2] Cfr. ABF, Collegio di Roma, 06.11.2019, n. 24320.

Iscriviti al nostro canale Telegram 👇

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori

  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap