Sulla competenza ratione materiae dell’ABF a decidere ricorsi su controversie relative procedimenti di pignoramento esattoriale.



1 min read

Nota a ABF, Collegio di Coordinamento, 24 marzo 2021, n. 8088.

di Antonio Zurlo

 

Il Collegio di Coordinamento dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF), con la recentissima decisione in oggetto, ha enunciato il seguente principio di diritto:

“Rientrano tra le controversie per le quali è pendente un procedimento di esecuzione forzata che sono sottratte, in base alle Disposizioni sui sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari emanate dalla Banca d’Italia, alla competenza dell’Arbitro Bancario e Finanziario, anche quelle che attengono a profili inerenti al procedimento speciale di pignoramento esattoriale (anche nella sua fase c.d. stragiudiziale) e ai loro riflessi circa la legittimità o meno del comportamento dell’intermediario di non rendere disponibili al cliente somme risultanti sul suo conto corrente ma oggetto di pignoramento ai sensi dell’art. 72-bis del d.p.r. 29 settembre 1973, n. 602”.

 

Qui la decisione.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap