Operazione disconosciuta e superamento del plafond.



1 min read

Nota a ABF, Collegio di Bologna, 21 dicembre 2020, n. 23474.

di Antonio Zurlo

 

 

 

 

 

Con la recente decisione in oggetto, l’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) riafferma il principio, già espresso dal Collegio di Coordinamento[1], per cui «L’operazione di pagamento con la quale viene superato uno dei limiti massimi contrattualmente fissati (c.d. plafond) per l’utilizzo dello strumento elettronico di pagamento, deve essere interamente restituita al cliente in quanto, se disconosciuta, difetta del suo consenso. A tale operazione non risulta applicabile nemmeno la franchigia eventualmente prevista dal contratto per i casi di furto o smarrimento in quanto trattasi di operazione di pagamento non autorizzata».

 

Qui la decisione.


[1] Il riferimento è a ABF, Collegio di Coordinamento, 26 luglio 2018, n. 16237.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap