Sottrazione del bancomat: la richiesta inadeguata all’assicurazione esclude la responsabilità della banca.



Nota a Cass. Civ., Sez. III, 15 gennaio 2020, n. 535.

di Donato Giovenzana

 

La Suprema Corte ha rigettato il ricorso avanzato, condividendo la decisione impugnata, laddove ha affermato che il comportamento della banca era connotato sì da colpa grave (i.e. “blocco” tardivo della carta) – e quindi astrattamente ricadeva nell’ambito della garanzia assicurativa – ma la ricorrente aveva omesso di coltivare adeguatamente la richiesta di indennizzo nei confronti dell’assicurazione, con la conseguenza che la banca non poteva essere ritenuta responsabile della mancata corresponsione dell’indennizzo e che era imputabile, soltanto alla ricorrente, la non adeguata impostazione della richiesta dell’indennizzo alla compagnia assicurativa e l’inadeguata instaurazione di idonee iniziative giudiziarie nei confronti di detta società assicuratrice.

 

 

Qui il testo integrale dell’ordinanza. 

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap