Garante per la privacy – La madre non può conoscere (se non munita di delega) il saldo della carta di credito del figlio.



1 min read

Nota a Provvedimento GPDP, 27 maggio 2021, n. 210.

di Donato Giovenzana

 

Dopo aver effettuato un’operazione di ricarica sulla carta di credito intestata al figlio, la madre richiede ed ottiene di conoscere il relativo saldo creditore, senza che ciò le sia formalmente consentito.

Il figlio intestatario avanza, quindi, formale reclamo all’Autorità Garante, in ragione di quello che, a suo avviso,  è stato un illecito trattamento dei dati personali da parte dell’operatore di sportello.

Il Garante, in esito alla debita attività istruttoria, nel condividere detta configurazione,  ha emesso ordinanza ingiunzione nei confronti dell’intermediario, applicando una sanzione amministrativa pecuniaria di ben 10 mila euro, ed  ordinando altresì la pubblicazione del provvedimento sul suo sito istituzionale.

 

Qui il provvedimento.

Iscriviti al nostro canale Telegram 👇

🔶Master executive di II livello in "Banking, Financial and Insurance Law"🔶

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap