Sulla diligenza nell’identificazione in sede di pagamento di assegno di traenza.



1 min read

Nota a Cass. Civ., Sez. I, 12 febbraio 2021, n. 3649.

di Donato Giovenzana.

 

La Suprema Corte affronta e risolve – con la decisione de qua – una della problematiche più discusse, vale a dire quella della diligente identificazione del presentatore per il pagamento di un assegno di traenza.

Ed invero condivide appieno la prospettazione defensionale secondo cui la carta d’identità costituisce nel nostro ordinamento il fondamentale strumento di identificazione personale, con la conseguenza che l’istituto bancario  non è tenuto, nella identificazione del portatore del titolo, al compimento di attività ulteriori non previste dalla Legge, come anche evincibile dalla disciplina antiriciclaggio, ex d. lgs. 231/2007, la quale stabilisce le modalità tipiche con cui gli Istituti di credito devono identificare la clientela e non prevede il ricorso “ad ogni possibile mezzo”, né alcuna indagine presso il Comune di nascita.

Viene richiamata in proposito Cass. Cass. 34107/2019, secondo cui l’attività di identificazione delle persone fisiche avviene normalmente tramite il riscontro di un solo documento d’identità personale (carta d’identità, passaporto ovvero patente di guida) sia nell’ambito delle attività aventi rilevanza pubblicistica (si veda l’attività di identificazione da parte degli organi di polizia giudiziaria) sia nell’abito dell’attività negoziale tra privati (si vedano, in tal senso, le attività collegate a scambi commerciali ovvero quelle più in generale di natura contrattuale che presuppongano la corretta identificazione dei soggetti contraenti).

Per il che, tenuto anche conto che la Legge antiriciclaggio – che si occupa dei rapporti degli Istituti di credito coi clienti – non ha stabilito modalità più rigorose nella identificazione dei correntisti, la Cassazione ha precisato che la carta d’identità (così come il passaporto, la patente od altro documento valido di identificazione) costituisce uno strumento sufficiente per una diligente identificazione purchè non siano rilevabili sul documento segni od altri indizi di falsità.

 

 

Qui la pronuncia.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap