Non sussiste alcun limite temporale all’obbligo di consegna di tutti gli estratti conto



2 min read

di Marco Chironi

Con sentenza n. 176/2020 del 14 gennaio 2020, il Tribunale di Catania si è soffermato sull’obbligo della Banca di produzione degli estratti conto oltre il decennio indicato dall’art. 119 T.u.b. per le “singole operazioni”.

Nel caso in esame, una Banca, con atto di citazione in opposizione a decreto ingiuntivo, citava in giudizio una società, ritenendo insussistente l’obbligo di consegna degli estratti conto anteriori al decennio sulla scorta dell’art. 119 comma 4 T.u.b.

Il giudicante ha dapprima precisato che l’obbligo della Banca di consegna integrale della documentazione sia rinvenibile in una serie di diposizioni normative contenute sia nel codice civile sia nella normativa di settore. Innanzitutto, rilevano l’art. 1374 c.c., secondo cui il contratto obbliga le parti non solo a quanto è previsto nello stesso, ma anche a tutte le conseguenze che ne derivano secondo la legge, o in mancanza, secondo gli usi, le clausole generali di buona fede e correttezza ex artt. 1375 e 1175 c.c. e l’art. 1713 c.c. in tema di mandato.

Quanto all’art. 119 T.u.b. è stato correttamente rilevato come la disposizione contenga un rinvio alla delibera CICR per l’individuazione del contenuto e delle modalità della comunicazione. La delibera è stata adottata dal CICR in data 4 marzo 2003, delegando a sua volta all’Istituto di Vigilanza il compito di emanare disposizioni sullo stesso oggetto.

La Banca d’Italia ha adottato delle Istruzioni il 25 luglio 2003, qualificando gli estratti conto proprio come “documenti di sintesi”, locuzione utilizzata altresì dall’art. 119 T.u.b., disposizione qualificata dal Tribunale di Catania come un diritto soggettivo del correntista ad ottenere la documentazione.

Per tali motivi, il limite decennale dei dieci anni, contenuto nell’art. 119 T.u.b., si riferisce solo alle “singole operazioni” (es. copie degli assegni, bonifici, prelievi dallo sportello o versamenti) e non anche ai documenti di sintesi, la cui disciplina è prevista nei primi due commi dell’art. 119 T.u.b. (in senso conforme Trib. di Napoli 31 gennaio 2019).

Ad avviso del Tribunale di Catania, la ratio dell’ordinamento di prevedere un limite decennale esclusivamente per le singole operazioni trova fondamento nella circostanza per cui dette operazioni siano in ogni caso riportate nell’estratto conto. Pertanto, per il giudicante, il legislatore ha ritenuto equo contemperare il diritto di trasparenza con le esigenze della Banca, di liberarsi della documentazione attestante le singole operazioni decorsi i dieci anni.

Per tali motivi, il Tribunale di Catania ha rigettato l’opposizione e confermato il decreto ingiuntivo.

Qui la sentenza.

In argomento v. Chironi, Banche, rendiconto e trasparenza, in questa Rivista;

ABF, Collegio di Roma, 22 gennaio 2020, n. 1045.

ABF, Collegio di Bologna, decisione N. 20090 del 29 agosto 2019.

 

 

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap