I nuovi servizi online della Banca d’Italia per l’accesso alla CR e alla CAI



di Laura Albanese

Con l’implementazione di una piattaforma integrata on line, la Banca d’Italia ha inteso ampliare l’accessibilità ai dati contenuti nella Centrale dei Rischi e nella Centrale d’Allarme Interbancaria, oltre che consentire ai cittadini l’invio di esposti o segnalazioni e richiedere informazioni sul funzionamento dei servizi bancari e finanziari erogati dagli intermediari.

Con particolare riferimento alla consultazione dei dati contenuti nella CR, il nuovo servizio on line permette alle persone fisiche e giuridiche di presentare apposita richiesta tramite la piattaforma impiegata, integrata con il Servizio pubblico di identità digitale (SPID) e con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), pur non escludendo dall’accesso quanti non abbiano ancora un’identità digitale.

La predisposizione del servizio si colloca indubbiamente nell’alveo di una complessiva tendenza alla progressiva apertura della Banca d’Italia verso una sempre più pregnante garanzia di effettività del diritto di accesso dei titolari ai dati censiti dagli intermediari, che passa anche attraverso la predisposizione di modalità rapide e semplificate  per l’esercizio del diritto.

Ciò nonostante, in considerazione delle modalità di funzionamento del servizio, pare di poter osservare come resti impregiudicata l’originaria struttura della Centrale Rischi; essa permane un archivio centralizzato delle informazioni sui rischi di credito non aperto alla libera consultazione, ma partecipato dagli intermediari segnalanti, che rimangono i soli destinatari  delle informazioni raccolte e scambiate, “ritenute necessarie per il contenimento dei rischi derivanti dal cumulo degli affidamenti in capo a un medesimo soggetto”.

Maggiori informazioni possono essere reperite all’indirizzo: https://www.bancaditalia.it/servizi-cittadino/

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap