Del nesso di occasionalità necessaria, rilevante agli effetti della responsabilità indiretta dell’intermediario preponente.



1 min read

Nota a Cass. Civ., Sez. I, 30 dicembre 2021, n. 42054.

di Donato Giovenzana

 

Chiaro e preciso l’approdo della Suprema Corte, secondo cui il nesso di occasionalità necessaria, rilevante agli effetti della responsabilità indiretta dell’intermediario preponente, sussiste sol che il comportamento del promotore rientri nel quadro delle attività funzionali all’esercizio delle incombenze di cui è investito, non rilevando che il suo comportamento abbia esorbitato dal limite fissato dalla società, essendo sufficiente che la sua condotta sia stata agevolata e resa possibile dall’inserimento del promotore stesso nell’attività della società di intermediazione mobiliare e si sia realizzata nell’ambito e coerentemente alle finalità in vista delle quali l’incarico è stato conferito, in maniera tale da far apparire al terzo in buona fede che l’attività posta in essere, per la consumazione dell’illecito, rientrasse nell’incarico affidato.

 

Qui l’ordinanza.

Iscriviti al nostro canale Telegram 👇

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori

  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap