Risarcimento danni da circolazione di veicoli: sull’azione del terzo trasportato nei confronti dell’assicuratore del proprio vettore.



1 min read

Nota a Cass. Civ., Sez. III, 20 dicembre 2021, n. 40885.

Massima redazionale

 

La Terza Sezione Civile, con la recentissima ordinanza interlocutoria, ha rimesso al Primo Presidente, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione, oggetto di contrasto tra le decisioni della Corte, se in tema di risarcimento danni da circolazione di veicoli, l’art.141 del d.lgs. n. 209 del 2005 (c. ass.), che consente al terzo trasportato di agire nei confronti dell’assicuratore del proprio vettore sulla base della mera allegazione e prova del danno e del nesso causale “a prescindere dall’accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro”, al quale può essere opposto il solo “caso fortuito”, possa trovare applicazione nel diverso caso in cui nel sinistro risulti coinvolto il solo veicolo del vettore del trasportato oppure in tale ipotesi sia applicabile l’art. 144 c. ass. che consente al trasportato danneggiato di agire con azione diretta contro l’assicuratore del veicolo, chiamando in causa anche il responsabile civile, sulla base della fattispecie di cui all’art. 2054, comma 1, c.c., presupponendo che venga fornita dal medesimo la prova del fatto costitutivo della pretesa ovvero della condotta colposa o dolosa del danneggiante, dell’evento e del relativo nesso di causalità.

 

Qui l’ordinanza.

Iscriviti al nostro canale Telegram 👇

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori

  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap