Ripartizione onere della prova per danni da emotrasfusione.



1 min read

Nota a Cass. Civ., Sez. VI, 22 aprile 2021, n. 10592.

di Antonio Zurlo

La Sesta Sezione Civile, con la recentissima ordinanza in oggetto, ha statuito il seguente principio di diritto:

«Nella controversia tra il paziente che assuma di avere contratto un’infezione in conseguenza d’una emotrasfusione, e la struttura sanitaria ove quest’ultima venne eseguita, non è onere del primo allegare e provare che l’ospedale abbia tenuto una condotta negligente o imprudente nella acquisizione e nella perfusione del plasma, ma è onere del secondo allegare e dimostrare di avere rispettato le norme giuridiche e le leges artis che presiedono alle suddette attività.».

 

 

Qui l’ordinanza.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap