La rilevanza della vita privata del professionista.



1 min read

Nota a CNF, 26 agosto 2020, n. 164.

di Antonio Zurlo 

 

 

 

 

Con la sentenza in oggetto, il Consiglio Nazionale Forense (CNF) ha evidenziato come il codice deontologico, nella nuova sì come nella previgente versione, sanziona i comportamenti tenuti dal professionista nella vita privata, qualora compromettano l’immagine dell’avvocatura e la credibilità della categoria.

 

Qui la sentenza.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap