Buoni fruttiferi postali: valide le condizioni riportate sul retro dei titoli.



1 min read

Nota a ABF, Collegio di Milano, 19 giugno 2020, n. 11008.

di Antonio Zurlo

 

 

 

 

Con la recente decisione in oggetto, l’Arbitro Bancario Finanziario (d’ora innanzi, ABF) richiama i principi espressi dal Collegio di coordinamento[1], in tema di buoni fruttiferi postali; segnatamente:

  1. nella disciplina dettata dal testo unico, approvato con il D.P.R. 29 marzo 1973 n. 156, il vincolo contrattuale tra emittente e investitore si articola sulla base dei dati risultanti dal testo dei buoni di volta in volta sottoscritti, restando ferma la possibilità che i buoni vengano integrati e/o modificati ai sensi dell’art. 1339 c.c., sotto il profilo della determinazione dei rendimenti, da provvedimenti della Pubblica Autorità (purché successivi alla sottoscrizione dei titoli).
  2. L’incompetenza dell’ABF a occuparsi della materia tributaria non implica che sia precluso allo stesso organismo di accertare l’ammontare dei rendimenti dovuti al sottoscrittore di buoni fruttiferi postali, là dove questi risultino contrattualmente collegati a parametri fiscali. In tal caso il regime fiscale (precedente o successivo all’emissione dei BFP), assume rilievo negoziale, valutabile al fine della determinazione del quantum della prestazione dedotta in contratto.

In tal guisa, la giurisprudenza arbitrale si è espressa, a più riprese, nel senso di accogliere la domanda formulata dal cliente, riconoscendo a quest’ultimo il diritto a percepire, dal 21° al 30° anno, il rendimento indicato sul retro del titolo; in assenza di timbro che disciplini espressamente l’ammontare del rendimento, prevale l’eventuale dicitura presente sul titolo (anche se appartenente a emissione precedente).

 

 

 

Qui la decisione.


[1] Il riferimento è a ABF, Collegio di coordinamento, 3 aprile 2020, n. 6142, già annotata in questa Rivista, con commento di A. Zurlo, Buoni fruttiferi postali: tra criterio della letteralità del titolo, modifica dei rendimenti e competenza dell’Arbitro Bancario Finanziario., 5 maggio 2020, https://www.dirittodelrisparmio.it/2020/05/05/buoni-fruttiferi-postali-tra-criterio-della-letteralita-del-titolo-modifica-dei-rendimenti-e-competenza-dellarbitro-bancario-finanziario/.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap