Manipolazione Tasso Euribor – Trib. Nocera



1 min read

Tribunale Nocera Inferiore, 28 Luglio 2017

Pronuncia inedita del Tribunale di Nocera che con ordinanza rimetteva la causa in istruttoria affinché il consulente tecnico scorporasse le componenti passive pagate a titolo di componente Euribor. 

L’accertamento si è reso necessario in relazione ad una richiesta di nullità di un contratto di mutuo fondiario in conto corrente alla luce degli effetti (da verificare in concreto) della pronuncia della Commissione europea del 4 dicembre 2013 avente ad oggetto l’esistenza di un’intesa, negli anni tra il 2005 e il 2009, tra taluni istituti di credito diretta alla manipolazione del tasso euribor  e indirettamente incidente sui contratti di finanziamento con tasso variabile eterointegrato.  

Con la decisione summenzionata la Commissione comminava a otto istituti finanziari internazionali un’ammenda complessiva pari a circa un miliardo e mezzo di euro “per la partecipazione a cartelli illegali nei mercati dei derivati finanziari all’interno dello Spazio economico europeo”. Tuttavia, la Commissione non si è espressa in merito all’eventuale obbligo delle banche di rimborsare gli interessi relativi a suddetto periodo o a consentire a singoli clienti di annullare il contratto. I contratti colpiti dalla “manipolazione” sono quelli aventi ad oggetto una qualsivoglia tipologia di finanziamento a tasso variabile con la conseguente inefficacia della clausola interessi ancorata al tasso Euribor per indeterminatezza, ex art. 1284 c.c. 

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap