Sezioni Unite Civili – Procedimenti “semplificati” (ex D.lgs. n. 150/2011) con atto introduttivo proposto con citazione, anziché con ricorso.



1 min read

Nota a Cass. Civ., Sez. Un., 12 gennaio 2022, n. 758.

Massima redazionale

 

Le Sezioni Unite Civili, con la recentissima sentenza in oggetto, pronunciando su questione di massima e di particolare importanza, hanno affermato che nei procedimenti “semplificati” disciplinati dal d.lgs. n. 150 del 2011, nel caso in cui l’atto introduttivo sia proposto con citazione, anziché con ricorso, il procedimento – a norma dell’art. 4 dello stesso decreto – è correttamente instaurato se la citazione sia notificata tempestivamente, producendo essa gli effetti sostanziali e processuali che le sono propri, ferme restando le decadenze e preclusioni maturate secondo il rito erroneamente scelto dalla parte; tale sanatoria piena si realizza indipendentemente dalla pronuncia dell’ordinanza di mutamento del rito da parte del giudice, la quale opera solo pro futuro, ossia ai fini del rito da seguire all’esito della conversione, senza penalizzanti effetti retroattivi, restando fermi quelli, sostanziali e processuali, riconducibili all’atto introduttivo, sulla scorta della forma da questo in concreto assunta e non a quella che avrebbe dovuto avere, dovendosi avere riguardo alla data di notifica della citazione quando la legge prescrive il ricorso, o viceversa, alla data di deposito del ricorso quando la legge prescrive l’atto di citazione.

 

Iscriviti al nostro canale Telegram 👇

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori

  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap