L’intermediario finanziario deve indicare i motivi della sussistenza dell’inadeguatezza dell’operazione per escludere la sua responsabilità.



1 min read

Nota a Cass. Civ., Sez. I, 15 maggio 2020, n. 9018.

di Donato Giovenzana

 

La Suprema Corte ha confermato la sentenza della Corte territoriale, che aveva condannato la banca a risarcire i risparmiatori, acquirenti, in tre tranches, di obbligazioni Giacomelli Sport, in quanto (la Corte d’Appello)    “ha accertato correttamente che per le tre operazioni, da ritenersi non adeguate per le caratteristiche dei titoli privi di rating, l’informazione fornita dall’intermediario era stata data in termini del tutto generici (prime due) da non potersi ritenere sufficienti, non contenendo alcuna specifica informazione sulle caratteristiche dei titoli oggetto della operazione – o non era stata data affatto (terza)” … “Né, di contro può assumere alcun rilievo il fatto che i clienti non avessero fornito le informazioni richieste dalla Banca circa l’entità del loro patrimonio, la propensione al rischio e la inclinazione agli investimenti mobiliari al momento della stipula del contratto quadro”.

 

 

Qui il testo dell’ordinanza.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap