Sulla nullità del precetto per mancata preventiva notifica del titolo esecutivo.



1 min read

Nota a Cass. Civ., Sez. VI, 21 gennaio 2021, n. 1096.

di Antonio Zurlo

 

 

 

 

Con la recentissima ordinanza in oggetto, la Sesta Sezione Civile, in accoglimento del ricorso, ha statuito il principio per cui il processo esecutivo, che sia iniziato senza essere preceduto dalla notificazione o dalla valida notificazione del titolo esecutivo e/o dell’atto di precetto, sia viziato da invalidità formale, che può essere fatta valere con il rimedio dell’opposizione agli atti esecutivi[1].

A tal riguardo, il Collegio specifica che, nel caso in esame, la nullità dell’atto di precetto sia espressamente comminata, dall’art. 480, secondo comma, c.p.c. e, in quanto nullità testuale, esprima una valutazione preventiva e astratta del legislatore di un pregiudizio certo dei diritti di difesa del debitore intimato, al quale la legge intende assicurare la possibilità di raffrontare le pretese creditorie con il tenore del titolo esecutivo su cui le stesse di fondano.

 

 

Qui la pronuncia.


[1] Cfr. Cass. Civ., Sez. VI, 31 ottobre 2013, n. 24662; Cass. Civ., Sez. III, 4 luglio 2006, n. 15275.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori

  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap