Degli effetti della transazione stipulata dal creditore solo con uno o alcuni dei coobbligati.



1 min read

Nota a Cass. Civ., Sez. I, 24 settembre 2021, n. 25980.

di Donato Giovenzana

 

La Suprema Corte, in caso di transazione stipulata dal creditore (i.e. Banca) solo con uno od alcuni dei coobbligati ha affermato che “in caso di transazione stipulata dal creditore solo con uno o alcuni dei coobbligati o comunque di adempimento parziale di una obbligazione solidale, gli effetti sono diversi a seconda che la somma incassata dall’accipiens sia pari o superiore alla quota virile gravante sul condebitore solvens, oppure la somma incassata sia ad essa inferiore. Nel primo caso, il residuo debito gravante sugli altri debitori in solido si riduce in misura corrispondente all’importo pagato dal condebitore che ha transatto; se, invece, la somma versata è stata inferiore alla quota che faceva idealmente capo al condebitore che ha raggiunto l’accordo transattivo (come la sentenza impugnata ha constatato nel caso in esame), il debito residuo gravante sugli altri coobbligati deve essere ridotto in misura pari alla quota ideale di chi ha transatto“.

 

Qui l’ordinanza. 

Iscriviti al nostro canale Telegram 👇

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap