CEDU – Lockdown anticovid e privazione della libertà personale.



1 min read

Nota a CEDU, 20 maggio 2021.

Redazione

 

Con la recentissima pronuncia in oggetto, la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU) si è espressa sulla liceità delle misure restrittive, per il contenimento della pandemia da covid-19.

Nello specifico, la questione sottoposta alla Corte riguardava il blocco ordinato dal Governo rumeno, dal 24 marzo al 14 maggio 2020, per affrontare la pandemia, con il divieto di spostamento dalla propria abitazione, se non per comprovate ragioni.

La Corte ha ritenuto che la misura contestata non possa essere equiparata agli arresti domiciliari. Il livello delle restrizioni alla libertà di movimento del ricorrente non era stato tale da poter essere considerato come una privazione della libertà.

 

Qui il comunicato.

Qui il testo della pronuncia (in francese).

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap