Disruptive digitalization e tutela penale dei dati finanziari



4 min read

Disruptive digitalization e tutela penale dei dati finanziari[*]

 

di Veronica Clara Talamo**

 

__________________________________

Technological evolution and branching of informatic processes have revolutionized social and business relationships with unavoidable consequences on the treatment of financial data that, in the lack of legal classification, are tacitly marked as species of the broader genus of personal data, by Regulation (EU) 2016/679 of the European Parliament and of the Council of 27 April 2016 – on the protection of natural persons with regard to the processing of personal data and on the free movement of such data – and by the Legislative Decree of 30 June 2003, n. 196.
Furthermore, the dematerialization of financial services has granted unknown protection measures to consumers, who sometimes are victims of crimes against their digital identities, which refers also to their financial assets.

This paper aims to analyze the connections between the digitalization of banking and financial services and the criminal consumers’ protection of virtual identity and personal data, according to the Criminal Code and Privacy Code.        

 

Rivista di Diritto del Risparmio Maggio Fascicolo 2/2020

 

Abstract

L’evoluzione tecnologica e la ramificazione dei processi informatici hanno rivoluzionato le relazioni commerciali e sociali con inevitabili ricadute sul trattamento dei dati finanziari che, lungi dall’avere una qualificazione giuridica, sono tacitamente contrassegnati come speciem del più ampio genus dei dati personali dal Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 – relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati – e dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196. La smaterializzazione dei servizi finanziari ha, inoltre, introdotto inedite istanze di tutela in capo ai consumatori, i quali sono spesso vittime di condotte illecite in danno della propria identità digitale, dimensione che comprende anche lo status economico-patrimoniale.

Il presente contributo, pertanto, si pone di approfondire le interconnessioni tra la digitalizzazione dei servizi bancario-finanziari e la tutela penale dell’identità virtuale e dei dati personali degli utenti, rispettivamente alla luce del Codice Penale e del rinnovato Codice Privacy.

__________________________________

Sommario: 1. Free flow of data nella morsa del General Data Protection Regulation – 2. L’inquadramento giuridico dei dati finanziari – 3. Il trattamento illecito dei dati personali in ambito bancario-finanziario – 4. Ulteriori illeciti penali previsti dal Codice Privacy – 5. Quali rimedi a presidio dell’identità digitale? – 6. In conclusione.

1. Free flow of data nella morsa del General Data Protection Regulation.

La crisi finanziaria del 2009 e la riduzione dei margini di profitto delle imprese d’investimento e di prestito sono state terreno fertile per lo sviluppo del Fintech[2] (c.d. Finanza Tecnologica), settore caratterizzato dal concorso dei processi digitali alla creazione di servizi e di relazioni finanziarie connotate da una dimensione tecnologica (si pensi alle prestazioni home banking in luogo di quelle erogate presso gli sportelli degli istituti di credito oppure alla contrattazione telematica dei servizi assicurativi come forma alternativa alla trasmissione delle dichiarazioni negoziali).

Questa tecnologia ha garantito la circolazione delle risorse economiche mediante canali inaspettati, aprendo le porte del mercato finanziario anche a players diversi da quelli istituzionali; si è, inoltre, assistito all’aumento del potere computazionale e alla moltiplicazione di piattaforme mediante le quali vengono raccolte e scambiate informazioni circa gli assets patrimoniali, le abitudini e la propensione al rischio dei consumatori.

Tuttavia, se da un lato la fruibilità dei predetti dati si riconnette al fenomeno della c.d. data-driven economy – dove gli operatori del settore raccolgono e processano i dati a carattere economico mediante le tecniche di big data analytics al fine di offrire ai consumatori dei servizi non standardizzati (in ambito del prestito, del finanziamento, degli investimenti e dei sistemi di pagamento), che rispondano al principio del know your customer – dall’altro lato devono farsi i conti con il diritto alla protezione dei dati personali alla luce del Regolamento UE 2016/679 (di seguito anche GDPR, in luogo di General Data Protection Regulation)[3] che, abrogando la Direttiva 95/46/CE[4], ha profondamente mutato il quadro normativo, portando il legislatore domestico a un intervento di adeguamento del D. Lgs. n. 196/2003[5] (successivamente Codice Privacy).


[*] Contributo approvato dai referee.

** Abilitata all’esercizio della professione forense presso la Corte d’Appello di Lecce. Specializzata in diritto penale e privacy.

 

[2] V. G. P. La Sala, Intermediazione, disintermediazione, nuova intermediazione: i problemi regolatori, in AA.VV., Diritto del FinTech, a cura di M. Cian-C. Sandei, Milano, Wolters Kluwer Italia, 2020, 3.

[3] Cfr. Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati.

[4] Cfr. Direttiva 95/46/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 ottobre 1995, relativa alla tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione dei dati.

[5] Cfr. D.L.vo 30 giugno 2003, n. 196 – Codice in materia di protezione dei dati personali, recante disposizioni per l’adeguamento dell’ordinamento nazionale al Regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la Direttiva 95/46/CE.

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori


  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap