Garante per la privacy – App “rubadati” e microfono degli smartphone sempre acceso.



1 min read

Il Garante per la Protezione dei Dati Personali (GPDP) ha informato di aver avviato un’istruttoria, in collaborazione con il Nucleo speciale privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza, per esaminare una serie di app tra le più scaricate e verificare che l’informativa resa agli utenti sia chiara e trasparente, con una corretta acquisizione del loro consenso, sull’autorizzazione all’utilizzazione del microfono.

 

Qui il comunicato.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori

  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap