1 min read

Rivista di Diritto del Risparmio

APPROFONDIMENTI

 

Il grado di intensità della prova nei giudizi antitrust in tema di fideiussioni ABI. Lo stato attuale della giurisprudenza. [*]

 

A cura dell’Avv. Nicola STIAFFINI**

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla luce dell’esame della più recente giurisprudenza sul contenzioso antitrust in tema di fideiussioni bancarie successive al provvedimento di Banca d’Italia 55/05, viste le diverse soluzioni proposte, le seguenti note hanno l’obiettivo di individuare il corretto grado di intensità della prova da pretendere dal fideiussore ai fini della dimostrazione dell’intesa antitrust nelle relative cause stand-alone.

Le corrette allegazioni documentali unitamente ad una idonea istanza di esibizione (da formulare e documentare in considerazione del reale perimetro del mercato di riferimento), infatti, rappresentano elementi essenziali per il soddisfacimento dell’onere probatorio del caso.

Le conclusioni tratte, quindi, sono la sintesi dei principi emergenti dalla giurisprudenza unionale, dalla Cassazione e dalle più diffuse difese processuali svolte delle banche.

 

 

___________________________________

[*] Contributo approvato referee.

[**]Avvocato cassazionista, del Foro di Livorno, esperto in diritto bancario e finanziario fondatore e autore del sito fideiussioninulle.it.

Seguici sui social: