Sulla possibilità di conoscere i dati anagrafici del beneficiario di un bonifico disposto con erronea indicazione dell’IBAN.



1 min read

Nota a ABF, Collegio di Coordinamento, 3 maggio 2022, n. 6886.

Massima redazionale

 

Con la recente decisione in oggetto, il Collegio di Coordinamento ha enunciato i seguenti principî di diritto:

«1. Quando a causa dell’erroneità dell’IBAN l’ordine di bonifico sia stato eseguito a vantaggio di un terzo non legittimato a riceverlo, il pagatore ha il diritto di conoscere dal prestatore di servizi di pagamento dell’accipiens i dati anagrafici o societari di quest’ultimo»;
«2. In tal caso, il prestatore di servizi di pagamento dell’accipiens non può invocare la tutela della privacy al fine di giustificare il suo rifiuto di comunicare al pagatore i dati anagrafici o societari del proprio correntista.».

 

Qui la decisione.

Seguici sui social:

Ricerca avanzata


  • Categorie

  • Autori

  • Seleziona il periodo

Copy link
Powered by Social Snap